L'Omino del Logo

L'orante danzante stilizzato, che ho utilizzato nel logo (ed anche in altri), non è nientemeno che una incisione rupestre, rinvenuta assieme ad altre, nel territorio di Gran Faetto, frazione di Roure, in Val Chisone (provincia di Torino).
L'incisione si trova su di una lastra di pietra, detta la "Pietra delle Croci", "Peira dij Crus" in piemontese (la zona è occitana, ma il dialetto è quasi uguale), che a sua volta si trova, assieme ad altre, in una antica cava di lose.
Alcune lastre sono istoriate con decine di croci (di cui il nome), simboli solari coppelle e antropomorfi.

Riporto alcune frasi prese del website "artetech.it" (come anche la fotografia a lato):
Il sito fu scoperto nel 1964 dal Centro Studi e Museo di Arte Preistorica di Pinerolo, a quella data le incisioni erano ben definite, oggi a causa delle intemperie e di atti vandalici, le stesse sono molto compromesse. L'unica figura in buono stato di conservazione, salvata in parte dal fogliame e dal sottobosco, è quella chiamata dell'orante danzante...



Sono molto interessato e legato a questo simbolo, perché l'artista che incise questi segni su queste pietre, era quasi torinese (ok, ok, questa è grossa), o comunque piemontese (ok, ok...), e lo sento quasi come un mio antenato (fate furb, va) e quindi ho voluto utilizzarlo sia per il logo del mio sito, sia per quello del mio gruppo musicale.

Però è già stato utilizzato sia nel logo Artetech, sia nel sito Traversella.net che tratta di turismo e arrampicata in Valchiusella anch'essa zona di incisioni rupestri. A quanto pare piace molto: era bravo 'sto antenato.
Per utilizzarlo, avrei dovuto ridisegnarlo e ri-stilizzarlo. Però partendo dall'originale.

Quindi tempo fa, ho preso e sono salito per la mulattiera che dall'abitato di Tourunt, dopo Gran Faetto, porta su, al Colletto e prosegue per Prato del Colle. Sapevo che prima di Colletto, più o meno in zona Airetto, partiva un sentiero che scendeva alla cava di lose e quindi al sito archeologico.
Non sono riuscito a trovare il sentiero, neppure la cava di lose e tantomeno la Peira dij Crus, però, tornando a Tourunt ho incontrato una bella bergera che rientrava, a sera, con le capre (Camosciate delle Alpi, bellissime) e mi ha raccontato che la pietra, è stata fatta "saltare" qualche anno fa, dagli abitanti del luogo, per evitare che l'Ente di Gestione del Parco Orsiera Rocciavré, ne estendesse il perimetro fino al sito archeologico, con conseguenti limitazioni di caccia, pascolo ed altre attività (così dice lei).
Ecco quali erano gli "atti vandalici" dei quali parlavano sul sito artetech.it!!



Quindi niente fotografie, per ora: "l'unica figura salvata in parte dal fogliame e dal sottobosco, è quella chiamata dell'orante danzante"; ci tornerò ovviamente.
E quindi rimane anche l'omino stilizzato e già utilizzato da altri: chiaramente, se qualcuno disapprova mi scriva.



Totem Parleur
Questo è il marchio/logo realizzato per il mio gruppo, Totém Parleur.
Fate un giro su http://www.myspace.com/totemparleur e ditemi cosa ne pensate.